La Valle Imagna

La Valle Imagna è circondata dalle verdi montagne delle Valli Bergamasche. In questa valle, la natura è rimasta ancor oggi incontaminata e ciò la rende una valle molto apprezzata da numerosi turisti che decidono di trascorrervi una breve vacanza. 

La Valle Imagna è ancora un’oasi naturale che offre la possibilità di godere benessere e tranquillità. Racchiude una varietà di paesaggi naturali a pochi chilometri dalla città: dalle dolci colline alle spettacolari montagne fino ai folti boschi.
E’ una zona di collina e media montagna molto adatta alle gite fuoriporta, può essere presa in considerazione per passeggiate di una giornata oppure in più tappe per visitare più approfonditamente le varie zone.

 

La Bassa Valle Imagna

I due Almenno e i dintorni

Ospitano alcune delle più interessanti chiese della bergamasca nonché notevoli itinerari di interesse storico ambientale legati al Parco del Romanico famoso anche fuori dai confini nazionali.

Barzana

Chiesetta di San Pietro di Arsenale, ritenuta la più antica tra le chiese romaniche della zona, è documentata fin dal sec. IX.

Ubiale Clanezzo

Castello di Dalmasano risalente al XVI sec., più volte demolito e ricostruito ed ora adibito a ristorante-albergo.
Nelle vicinanze il ponte medievale di Attone sul torrente Imagna e un vecchio mulino sulle sponde del Brembo denominato Porto con passerella a corde sospesa sul fiume di recente costruzione.

Palazzago

Torre Campanaria del XIV sec. di notevole bellezza, all’interno la pala raffigurante la Assunzione di Maria di Giovan Battista Moroni, il pulpito di scuola fantoniana e una Pietà in legno.

Per gli escursionisti da Palazzago e dalle frazioni si possono percorrere infiniti sentieri ben segnalati a piedi, in bici e al cavallo.

Roncola San Bernardo

La trecentesca chiesa di San Defendente sorge vicino al centro del paese nei pressi di un nucleo fortificato. Ospita un ciclo di affreschi di Angelo Baschenis del XV secolo.

Da Roncola si possono effettuare numerose e interessanti escursioni sui monti vicini, la salita al monte Linzone 1392 mt. . Sentieri gradevoli e adatti a tutti sono i numerosi collegamenti che conducono ai paesi vicini come Strozza, Bedulita e Almenno San Bartolomeo.

L’alta Valle Imagna

Valle chiusa, senza sbocchi naturali ma con strade che consentono il collegamento con altre valli, da Berbenno verso Brembilla e la Val Taleggio.

E’ conosciuta per le molte attività artigianali legate alla lavorazione del legno in particolare e per la presenza, a Sant’Omobono di un Centro Termale di acque salino-ferruginose-solfurea.

Rota Imagna ha dato i natali a Giacomo Quarenghi, noto architetto che ha lasciato il segno fino alla lontana Russia per la costruzione di imponenti palazzi a San Pietroburgo.

Bedulita

In località Cà Personeni merita una visita la splendida dimora signorile detta il Vaticano risalente forse al ‘400. Di notevole importanza architettonica è anche il nucleo di Cà Pietrobelli. Da Bedulita parte l’itinerario naturalistico per visitare il Buco del Corno, un’interessante grotta di origine carsica dove non troppi anni fa furono rinvenuti reperti di età tardo-antica.

Berbenno

Edificio religioso che merita una visita, posizionato sull’altura del monte Poren è la chiesetta di San Pietro, conosciuta come San Piro. Di notevole interesse i nuclei rurali sul territorio come la Cà Baffeno, Cà Previtali, Prato del Sole, Cà Passero. In località Contrada Barca si può visitare il “Bus del Cuni” con grotta sepolcrale dell’età del rame, le più antiche testimonianze di insediamenti umani nella valle.

A Ponte Giurino il ponte romanico sull’Imagna.

Dal punto di vista naturalistico, in quest’area si estende il Parco del Brunone, denominato Monumento Naturale “Valle del Brunone”* , istituito nel 2001 per la protezione di particolari valenze geologiche (fossili) presenti nell’area della superficie di 3,50 ettari nel territorio comunale di Berbenno.
Dopo l’abitato di Ponte Giurino (Berbenno), in direzione Sant’Omobono Terme, svoltare a destra presso il centro sportivo, la valle Brunone è sul retro dell’impianto ed è sempre accessibile.

Brumano

Su tutto il territorio dimore rurali, stalle e fienili pregevoli dal punto di vista architettonico. Nei pressi dell’abitato molti bassorilievi scolpiti direttamente nella roccia viva.
Da Brumano dipartono numerosi itinerari escursionistici di grande bellezza e importanza tra cui quelli del Morterone e del Resegone (Rifugio Azzoni 1875 mt.).

Capizzone

La Parrocchiale di San Lorenzo che si distingue per la sua facciata neogotica. All’interno alcune pregevoli tele e arredi liturgici, i medaglioni lungo la navata attribuiti ad Antonio Sibella. Merita una visita la chiesetta di Santa Maria Elisabetta di Mortesina. Tra le possibili escursioni da Capizzone, segnaliamo la salita al Monte Ubione e al Corno Grande (844 mt.).

Corna Imagna

Gioiello architettonico di Corna Imagna è Cà Berizzi, una dimora nobiliare del XVIII sec. appartenuta alla famiglia Berizzi.

Costa Valle Imagna

Numerosi esempi di stile liberty: ex-albergo Mazzoleni, Villa Maria, Villa Teresa e altre ville sparse un po’ ovunque.
Numerose le possibilità di escursione partendo da Costa Imagna verso il Monte Tesoro (1432 mt.), Monte Linzone (1392 mt.) e verso tutto la dorsale che divide la Valle Imagna dalla Valle San Martino. Ancora il sentiero che porta al Santuario della Cornabusa e quello che conduce al Laghetto del Pertus (1193 mt.). Numerose le grotte presenti di notevole importanza come la Nala, la Nala di Cà Bedeschi, le Due Grotte e il Grutù.

Fuipiano Imagna

La chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista del ‘600 per la sua posizione e i tesori d’arte in essa contenuti è tra le più belle e importanti di tutto il territorio; conserva dipinti del Francia, del Quarenghi e della scuola del Tiepolo.
Di grande interesse storico e architettonico Il borgo di Arnosto è caratteristico per le sue costruzioni in pietra del sec. XVII con i tipici tetti spioventi coperti con le piode, antica sede della dogana veneta fino al 1797.
Tra le possibili escursioni si consiglia quella in località Tre Faggi da cui si gode uno splendido panorama.

Locatello

Molto diffusi edifici di originaria funzione agricola e le costruzioni produttive lungo il torrente Imagna. Ricche di architetture importanti le frazioni Bustoseta, Disdiroli e Cà Prospero.
Una rilassante escursione partendo dal paese è quello che in circa 2 ore conduce alla Bocchetta di Piazzacava e la località Tre Faggi.

Sant’Omobono Terme

Il Santuario della Madonna della Cornabusa*, sito in località Cepino.
Un’altra attrazione del territorio sono le celebri fonti di acque minerali sulfuree e le famose Terme di Sant’Omobono. Il paese offre la possibilità di fare piacevoli passeggiate lungo il Percorso Vitae un percorso ciclo-pedonale attrezzato lungo in torrente Imagna, nei presso dei Campi Sportivi a Selino Basso, un’oasi per fare escursioni, per pic-nic, o per godere delle bellezze naturali.